Le indicazioni del Ministero sul risparmio energetico
Tempo di lettura: 3 minuti Pubblicato il decreto contenente le indicazioni del Ministero della Transizione Ecologica sul risparmio energetico. Di seguito, […]
È colpevole di violenza sessuale di gruppo chi è presente al fatto contribuendo moralmente
Tempo di lettura: 2 minuti La presenza sul luogo del fatto può configurare un contributo al delitto di violenza sessuale di gruppo qualora, pur non realizzando l'azione tipica, costituisca una condotta di "partecipazione".
Riconoscimento facciale: il Garante privacy ha sanzionato Clearview
Tempo di lettura: 3 minuti Riconoscimento facciale: il Garante privacy ha sanzionato Clearview AI. Ma dietro la sazione, si profila un […]
Infortunio in itinere e risarcimento del danno
Tempo di lettura: 2 minuti L'infarto può configurare infortunio in itinere e dal corso a risarcimento del danno quando è eziologicamente collegato ad un fattore lavorativo.
Fingere di riprendere altri con il cellulare può integrare il reato di molestie
Tempo di lettura: < 1 minuto La percezione dell'uso dell'apparecchio con modalità tali da consentire verosimilmente la videoripresa può essere idonea ad ingenerare nella persona offesa il fondato timore di patire una fastidiosa invasione della propria sfera privata, minandone la serenità d'animo nonchè ad arrecarle un turbamento effettivo e significativo.
Responsabile penalmente il medico che cura con la medicina omeopatica
Tempo di lettura: 2 minuti Curare un tumore con la c.d. omeopatia viola l'obbligo connaturato con la professione medica di attivarsi a tutela della salute e della vita del paziente.
La rilevanza penale dei likes sui social networks
Tempo di lettura: 2 minuti Per la Cassazione, i likes sui posts con contenuti illeciti pubblicati nei social network costituiscono un grave indizio di reato.
Vacanza rovinata? L'agenzia non ne risponde
Tempo di lettura: 2 minuti Per la Cassazione va esclusa la responsabilità dell'agenzia di viaggi in caso di inadempimenti dell'organizzatore del pacchetto turistico e di non rispondenza dei servizi effettivamente offerti a quelli promessi e pubblicizzati.
Il rischio nelle discipline sportive
Tempo di lettura: 2 minuti Per la Corte di cassazione deve essere superata la scriminante del c.d. "rischio consentito" in favore dei criteri ordinari della colpa ex art. 43 c.p.