Tempo di lettura: 2 minuti

L’autocertificazione richiesta dalla normativa sanitaria è falsa? Non è reato. (non è un “pesce d’Aprile)

Se si dichiara il falso nelle autocertificazioni si commette il reato di falso ideologico, previsto dall’art. 483 del Codice penale?
Si moltiplicano i casi di giurisprudenza che affermano che l’autocertificazione falsa non sia reato.

Il reato di falso ideologico non si configurerebbe, nel caso di false dichiarazioni sulla sussistenza di una delle condizioni che possono giustificare gli spostamenti,  in quanto «un simile obbligo di riferire la verità non è previsto da alcuna norma di legge».
E, pertanto, non può essere sanzionato penalmente.

Sin dalla fine del 2020 vi erano state pronunce di questo tenore.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Reggio Emilia aveva precisato che “il Dpcm che individua le zone rosse è illegittimo, in quanto configura un obbligo domiciliare. Ma un obbligo del genere può essere imposto solo per legge, non con atto amministrativo“.
Il Tribunale di Milano (Uff. Gip, sentenza n. 1940 del 16 novembre 2020) aveva assolto un imputato perché «l’obbligo di riferire la verità non è previsto da alcuna norma di legge» e, anche se ci fosse, sarebbe «in palese contrasto con il diritto di difesa del singolo».

La riduzione della libertà può essere disposta solo con un provvedimento di legge.

Un obbligo che riduce la libertà personale come quello di rimanere a casa deve essere sottoposto a un controllo giurisdizionale. E pertanto, è possibile imporlo solo con una norma di legge; e non con un provvedimento amministrativo.
L’art. 13 della Costituzione, infatti, stabilisce che le misure restrittive della libertà personale devono essere adottate solo in forza di legge ed in conseguenza di un atto motivato dell’Autorità giudiziaria.


Nel caso in cui vogliate approfondire questi temi ovvero abbiate intenzione di valutare la proposizione di un ricorso avverso una sanzione irrogata nella suddetta materia, potere contattare l’avv. Andrea Spreafico.

 

(torna alla pagina delle notizie)

close

Comments are closed