Superbonus 110%: delibera annullabile se non all’ordine del giorno
Tempo di lettura: 2 minuti Superbonus 110%: delibera annullabile se non all’ordine del giorno l'esame e l'apporvazione dello studio di fattibilità sui lavori.
Infortunio in itinere e risarcimento del danno
Tempo di lettura: 2 minuti L'infarto può configurare infortunio in itinere e dal corso a risarcimento del danno quando è eziologicamente collegato ad un fattore lavorativo.
Assegno di mantenimento e quote societarie
Tempo di lettura: 2 minuti La distinta soggettività giuridica della società rispetto alla persona fisica che detiene le quote non ostacola l'imputazione degli utili non distribuiti al reddito.
Alimenti in cattivo stato nei supermercati
Tempo di lettura: 2 minuti Alimenti in cattivo stato nei supermercati: chi è il responsabile? Con una recente sentenza, la Corte […]
Gli autovelox devono essere preventivamenti segnalati e visibili
Tempo di lettura: 2 minuti Il requisito della preventiva segnalazione della postazione ed il requisito della visibilità della stessa sono distinti ed autonomi e devono essere entrambi soddisfatti.
Le fatture telefoniche a 28 giorni sono illecite
Tempo di lettura: 2 minuti Le fatture telefoniche a 28 giorni sono illecite. Così si sono pronunciate le Sezioni Unite civili […]
Vicini di casa rumorosi e diritto al normale svolgimento della vita familiare
Tempo di lettura: < 1 minuto Se le immissioni sonore prodotte dai vicini hanno determinato la compromissione delle abitudini di vita quotidiana, il Giudice può liquidare il danno morale in via equitativa.
Amministrazione di sostegno: i reclami avverso i decreti del Giudice Tutelare
Tempo di lettura: 3 minuti Le Sezioni Unite hanno risolto il contrasto sulla competenza dei reclami avverso i decreti del Giudice Tutelare in materia di amministrazione di sostegno, affermando l'esclusiva competenza della Corte d'appello.
La validità dei trasferimenti immobiliari nelle separazioni e divorzi
Tempo di lettura: 2 minuti Le clausole dell’accordo di divorzio o di separazione consensuale che riconoscano ad uno o ad entrambi i coniugi la proprietà esclusiva di beni mobili o immobili, o di altri diritti reali, ovvero ne operino il trasferimento a favore di uno di essi o dei figli, al fine di assicurarne il mantenimento, sono valide in quanto il predetto accordo, inserito nel verbale di udienza redatto da un ausiliario del giudice, assume forma di atto pubblico ex art. 2699 c.c. Ove implichi il trasferimento di diritti reali immobiliari, costituisce, dopo la sentenza di divorzio ovvero dopo l’omologazione, valido titolo per la trascrizione ex art. 2657 c.c.
Novità in tema d'acquisto di immobile fuori dalla comunione dei beni
Tempo di lettura: 2 minuti Nel caso di acquisto di immobile dopo il matrimonio tra coniugi in regime di comunione legale, non è sufficiente per l'esclusione del bene dalla comunione il concorde riconoscimento da parte dei coniugi della natura personale del bene, ma anche l'effettiva sussistenza di una delle cause di esclusione dalla comunione tassativamente indicate dall'art. 179 comma I lett. c), d) ed f) del Codice Civile