Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Garante della Privacy, con il provvedimento del 10 dicembre 2020, ha espresso il proprio parere favorevole sullo schema di delibera regionale della Regione Lombardia avente ad oggetto il “Progetto Move-in: aggiornamento della disciplina del servizio e del trattamento dei dati personali – estensione del servizio alle altre regioni del bacino padano e alle zone a traffico limitato (ZTL) dei comuni e in particolare alla ZTL del Comune di Milano “Area b” – Addendum alla convenzione trilaterale fra Regione Lombardia, l’Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti (Aria Spa) e le società fornitrici dei servizi telematici (TSP)”.

Il Progetto “Move – InMove – In” è destinato ai proprietari di veicoli impossibilitati a circolare liberamente perchè ritenuti “inquinanti” e permette la circolazione di tali veicoli, senza blocchi orari o giornalieri, ma rispettando un tetto massimo di percorrenza chilometrica annuale, calcolato in base alla tipologia e alla classe ambientale del veicolo. La percorrenza chilometrica viene monitorata dalla Regione attraverso un accordo con una società terza la quale tratta i dati rilevati da una scatola nera che viene installata sul veicolo e che è in grado di controllare tutta l’attività dell’autista.

Il trattamento, certamente complesso ed effettuato su larga scala, di dati personali ha quindi richiesto un particolare vaglio dal punto di vista della privacy degli utenti e per questo motivo il Garante, ripetutamente interessato, ha valutato che il trattamento sia lecito e conforme alle vigenti normative tenuto conto delle finalità di interesse pubblico perseguite al fine di assicurare una più efficace tutela della salute e dell’ambiente con il miglioramento della qualità dell’aria.

close

Categories:

Comments are closed