La Cybersicurezza nazionale è legge
Tempo di lettura: 2 minutiHOME » NOVITA’ NORMATIVE E GIURISPRUDENZIALI » La Cybersicurezza nazionale è legge

La Cybersicurezza nazionale è legge con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n. 140 del 14 Giugno 2021) .

L’Agenzia per la cybersicurezza nazionale

Il decreto ha istituito l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN), che avrà il compito di proteggere le funzioni essenziali dello stato italiano da minacce informatiche e di sviluppare le capacità per prevenirle e combatterle.

L’Agenzia “opererà sotto la responsabilità del Presidente del Consiglio dei ministri e dell’Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica e in stretto raccordo con il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica“.

L’Agenzia sarà tra l’altro incaricata di:

  • esercitare le funzioni di Autorità nazionale in materia di cybersecurity, a tutela degli interessi nazionali e della resilienza dei servizi e delle funzioni essenziali dello Stato da minacce cibernetiche;
  • sviluppare capacità nazionali di prevenzione, monitoraggio, rilevamento e mitigazione, per far fronte agli incidenti di sicurezza informatica e agli attacchi informatici;
  • contribuire all’innalzamento della sicurezza dei sistemi di Information and communications technology (ICT) dei soggetti inclusi nel perimetro di sicurezza nazionale cibernetica, delle pubbliche amministrazioni, degli operatori di servizi essenziali (OSE) e dei fornitori di servizi digitali (FSD);
  • supportare lo sviluppo di competenze industriali, tecnologiche e scientifiche, promuovendo progetti per l’innovazione e lo sviluppo
  • stimolare la crescita di una solida forza di lavoro nazionale nel campo della cybersecurity in un’ottica di autonomia strategica nazionale nel settore;
  • assumere le funzioni di interlocutore unico nazionale per i soggetti pubblici e privati in materia di misure di sicurezza e attività ispettive negli ambiti del perimetro di sicurezza nazionale cibernetica, della sicurezza delle reti e dei sistemi informativi (direttiva NIS), e della sicurezza delle reti di comunicazione elettronica.

Il Governo non ha ancora ufficializzato chi sarà a capo dell’agenzia, ma diversi giornali scrivono che la carica dovrebbe essere affidata a Roberto Baldoni.
Baldoni è ordinario di Sistemi distribuiti alla Sapienza e vice direttore del DIS (Dipartimento delle informazioni per la sicurezza), con delega alla cybersicurezza.

Il Nucleo per la cybersicurezza

Presso l’Agenzia è costituito il Nucleo per la cybersicurezza, a supporto del Presidente del Consiglio dei Ministri nella materia della cybersicurezza.
Al Nucleo saranno delegati gli aspetti relativi “alla prevenzione e preparazione ad eventuali situazioni di crisi e per l’attivazione delle procedure di allertamento“.

Il decreto istituisce anche il Comitato interministeriale per la cybersicurezza (CIC). Inoltre, prevede specifici poteri di controllo da parte del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (COPASIR).

Ora che la Cybersicurezza nazionale è legge, ci si attende una maggior attenzione da parte del Governo al fenomeno degli attacchi hacker.


Vai al testo del decreto legge oppure leggi il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri.

(torna alla pagina delle novità)

close

No responses yet

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.