Decreto riaperture: il Governo annuncia l'anticipo del calendario
Tempo di lettura: 2 minuti

Con un nuovo decreto legge approvato il 17 Maggio 2021 il Governo ha annunciato l’anticipo del calendario delle riaperture.

La roadmap delle misure

Le misure annunciate dal Governo riguardano innanzi tutto il “coprifuoco” serale, che progressivamente verrà abolito.
Il divieto di spostamenti sarà immediatamente ridotto di un’ora (rimarrà quindi valido dalle 23.00 alle 5.00). Dal 7 Giugno 2021 sarà valido dalle ore 24.00 alle 5.00. E cesserà dal 21 Giugno 2021.

Nel nuovo decreto legge sono poi state indicate le date delle riaperture delle singole principali attività, che di seguito riportiamo:

  • dal 22 Maggio saranno riaperti i centri commerciali nel fine settimana e gli impianti di risalita
  • dal 24 Maggio riapertura delle palestre
  • dall’1 Giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno di bar e ristoranti, anche oltre le 18.00
  • dal 15 Giugno sarà possibile organizzare, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti (gli ospiti dovranno dotarsi però della “certificazione verde”)
  • ancora, dal 15 Giugno riapriranno i parchi tematici e di divertimento
  • dall’1 Luglio saranno riaperte le piscine al chiuso, i centri natatori e i centri benessere (nel rispetto delle linee guide e dei protocolli)
  • sempre dall’1 Luglio, riapriranno tutte le attività di centri culturali, i centri sociali ed i centri ricreativi
  • ancora, dall’1 Luglio sarà nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza.

Le Regioni in area bianca

Il miglioramento generale dell’andamento della pandemia determinerà, a breve, sostanziali modifiche nella “classificazione per colori” delle Regioni.

Dall’1 Giugno 2021, dovrebbero infatti entrare in area bianca le seguenti Regioni:

  • Friuli Venezia Giulia
  • Molise
  • Sardegna

Dal successivo 7 Giugno, saranno altre tre Regioni ad accedere all’area bianca:

  • Abruzzo
  • Veneto
  • Liguria

Ciò significherà per tutte queste Regioni la cessazione automatica del “coprifuoco”; resterammo in vigore, quindi, solo le norme di comportamento (obbligo di mascherina e di distanziamento).

Le altre Regioni dovranno attendere il 21 Giugno 2021, data fissata dal Governo per la fine del “coprifuoco” e delle altre misure limitanti la libertà personale.

 


Vai al testo del comunicato stampa →

(torna alla pagina delle notizie)

close

Comments are closed